Poco contenuto

Nottata nella quale ci sono state poche partite, ma tutte da andare a vedere e analizzare. E quindi, partiamo

Si parte da Milwaukee dove i Bucks padroni di casa ospitano i Lakers in quello che è il match di cartello della notte. Dopo aver perso lo scontro contro i Nets, la squadra di Budenholzer cade anche contro LeBron e compagni, che danno lo strappo decisivo nel secondo periodo di una gara tutto sommato equilibrata. Top scorer proprio il Re con 34 punti, ai quali vanno aggiunti i 23 di un sorprndente Caldwell-Pope e i 30 in due di Harrell e Davis. Per i cervi tutto il quintetto titolare va in doppia cifra, con 3 su 5 sopra i 20 punti e Antetokounmpo che vince il duello sotto il ferro con AD(12 rimbalzi contro 9 dell’ex Pelicans)

Parlando proprio di Pelicans, continua questo alternarsi di belle prestazioni e cattive figure sul parquet. Questa volta non basta un primo periodo da 43 punti, perchè nei 2 quarti centrali gli Utah Jazz dominano e grazie ai 36 di un Mitchell entrato definitivamente in forma portano a casa il match senza troppi patemi. Dall’altra parte, oltre ai 50 in 2 di Zion e Ingram c’è poco da segnalare, se non i 16 rimbalzi di Adams. I mormoni salgono al secondo posto nella Western Conference agganciando i Clippers e tallonando i gialloviola, mentre New Orleans rimane nel limbo della lotta per il playin

Chiude infine il match tra i New York Knicks, vera sorpresa di questo inizio, e i Golden State Warriors di Kerr, i quali modificando il proprio gioco interamente intorno a Steph stanno ottenendo buoni risultati. Non come in questo caso però, in quanto la squadra di coach Thibodeau si impone per 119-104 al Chase Center. Da sottolineare sicuramente un Wiggins che sta entrando sempre più negli schemi e un Wiseman che nonostante sia un rookie sta facendo la sua onestissima figura. Naturalmente il top scorer rimane Wardell con 30 punti, mentre dall’altra parte ci sono ben 6 giocatori in doppia cifra, tra i quali spiccano i 28 di RJ Barrett e i 16/17/9 di Julius Randle, che sfiora la tripla doppia